Installare WordPress in Locale

image_pdfimage_print

ver. 1.0 (AX1), Aggiornato a WP 3.6.x
First Issue 05.09.2013

Di seguito passo-passo cercheremo di creare una mini-guida per l’installazione di WordPress in locale

Per prima cosa dobbiamo disporre di un ambiente che ricrei le funzionalità di un Server remoto in locale, quindi che emuli Apache, MySql e le altre funzionalità di cui necessitiamo.
Per far questo disponiamo di varie soluzioni tra cui EasyPHP oppure XAMPP che prediligeremo per i nostri scopi.
In particolar modo scarichiamo XAMPP v1.7.7 da Sourceforge.net disponibile per Windows, Linux o Mac.
Prenderemo in considerazione l’installer Windows, gli altri non sono molto differenti ma potrebbero esserci alcune varianti ad esempio nella gestione dei permessi delle cartelle nella versione MAC.
XAMPP v1.7.7 Windows Download

xampp_v177_note_di_release

Ora Scarichiamo il CMS WordPress in versione Italiana o in Inglese (secondo la lingua di interfaccia che prediligiamo) dal sito ufficiale.
WordPress in Italiano
WordPress in Inglese

A questo punto classico doppio click su XAMPP appena scaricato e facciamo partire l’installazione, la cartella di default è la [root] C: si può variare il percorso ma XAMPP non può essere installato in una sotto cartella.

Terminata l’installazione di XAMPP scompattiamo il file di WordPress scaricato (che attualmente e compresso).
Se non disponete di un programma di unzip potete scaricare ed installare un ottimo open source quale 7zip che oltre a supportare i file .zip e .rar gestisce innumerevoli altri formati oltre il suo nativo .7z.

Ora ci spostiamo sulla cartella htdocs contenuta all’interno di XAMPP che (salvo variazioni in fase di installazione) sarà C:\XAMPP\htdocs all’interno di questa cartella ne creiamo una nuova che rappresenterà il nome a dominio del nostro sito locale.
Ad esempio potremmo chiamarla mysite avremo a questo punto all’interno di htdocs anche mysite e l’intero percorso sarà quindi : C:\XAMPP\htdocs\mysite attenzione a distinguere bene tra maiuscole e minuscole, per i nostri scopi sarà tutto in carattere minuscolo.

Ora copiamo il contenuto della cartella scompattata di WordPress all’interno di mysite in modo da avere le seguenti cartelle all’interno di mysite : wp-includes, wp-admin e wp-content più una serie di file.

wordpress_cartella_installazione

Ora possiamo lanciare XAMPP facendo doppio click sull’icona arancione che troveremo sul desktop e/o tra i programmi installati (in alternativa il file eseguibile si trova su C:\XAMPP\xampp-control.exe o C:\XAMPP\xampp-control.exexampp-control-3-beta.exe (due interfacce leggermente differenti per il medesimo scopo) e pigiamo sui primi due pulsanti Apache [START] e MySql [START].
Potremmo anche le due prime voci Services sempre relative ad Apache e MySql, in questo caso XAMPP verrebbe installato some servizio senza la necessità di essere avviato di volta in volta ma occuperebbe risorse e per i nostri scopi didattici non è necessario.
XAMPP control panel

Apriamo il nostro Browser preferito e digitiamo sulla barra degli indirizzi localhost oppure il suo equivalente numerico 127.0.0.1, ci apparirà l’interfaccia di XAMPP 1.7.7 sotto la voce Tools, in basso a sinistra, selezionate phpMyAdmin.
Attraverso phpMyAdmin andremo a creare il Database basato su MySQL indispensabile per l’utilizzo di un CMS e l’utente relativo che avrà le autorizzazioni per gestirlo.
Dal menù in alto selezioniamo la voce Privilegi quindi Aggiungi un nuovo utente e ci apparirà la seguente schermata :
phpmyadmin_nuovo_utente
Scriviamo il nome dell’utente che dovrà gestire il database, ad esempio : myuser
Dove chiede Host : scriviamo localhost (indica che useremo il percorso locale per il DB)
Indichiamo la password ad esso associata, ad esempio per semplicità : password

Spuntiamo la voce : Crea un database con lo stesso nome e concedi tutti i privilegi
quindi su Privilegi globali -> seleziona tutti
xampp_configurazione_utente
A questo punto è stato creato sia il DATABASE che l’utente che lo gestirà, se avete seguito l’esempio avranno enrambi nome myuser, altrimenti avranno il nome che avete deciso di dargli in fase di creazione.
Note : Nome utente e password vanno scritti e ricordati per essere utilizzati in un secondo tempo e per future esigenze, quelli usati per scopi didattici non andranno utilizzati in un’eventuale versione su web in quanto “poco sicuri”.
E’ ovviamente possibile creare nome Database e nome utente differenti e poi associarli ma per i nostri scopi risulta superfluo.

Ora torniamo nello nostra cartella di WordPress e cioè mysite sotto htdocs e rinominiamo il seguente file :
wp-config-sample.php in wp-config.php

Editiamolo con il notepad (ci sono programmi anche migliori per l’editing dei file utilizzati comunemente su web, uno che consiglio è PsPad oppure Notepad++) e modifichiamo come segue le seguenti voci :

/** The name of the database for WordPress */
define(‘DB_NAME’, ‘database_name_here’); -> define(‘DB_NAME’, ‘myuser’);
/** MySQL database username */
define(‘DB_USER’, ‘username_here’); -> define(‘DB_USER’, ‘password’);
/** MySQL database password */
define(‘DB_PASSWORD’, ‘password_here’); -> define(‘DB_PASSWORD’, ‘myuser’);

In sostanza sono stati inseriti il nome utente, la relativa password ed il nome del database creati utilizzando phpMyAdmin

Ora possiamo lanciare l’installazione di WordPress digitando sul nostro browser il percorso locale e cioè :
http://localhost/mysite/

Da questo punto in poi la cosa risulta semplice, bisognerà solo scegliere nome utente e password dell’utente principale del nostro wordpress, Supera-dministrator che dovranno essere severamente ricordate e scritte in un posto sicuro se si desidera accedere all’area di amministrazione del sito.

Se tutto è stato seguito correttamente avremo :
Back-Office : http://localhost/mysite/wp-admin
Front-Office : http://localhost/mysite/
Nota: L’accesso al Back-Office di un sito wordpress, salvo modifiche del core o utilizzo di plugin specifici, è sempre : /wp-admin

Ora si passa all’azione… !!!

INDEX

#EasyPHP#Insallazione#Installazione Locale#Locale#Wordpress#XAMPP

Leave a Reply

Your email address will not be published / Required fields are marked *