La Nicchia di Mercato

image_pdfimage_print

Strategia Oceano Blu

ver. 1.0
First Issue 02.09.2013

Può capitare che dalle analisi svolte : mercato di riferimento, costi, risorse umane necessarie etc., il business che avete scelto vi scoraggi in quanto vi siano alcuni muri che sembrano insormontabili.
Se avete esagerato potrebbe essere così ma in molti casi non lo è ma richiede un ridimensionamento della vostra Vision e un procedere per piccoli passi.

Esempio delle calzature made in Italy per il mercato USA : avete studiato tutto, conoscete l’inglese, avete il vostro negozio su strada, € 5.000 da investire ma siete soli e dalle analisi fatte sembra impossibile riuscirci.
Bene rivediamo la cosa, manteniamo l’obiettivo iniziale “Proporre prodotti di calzoleria made in italy su misura a clienti statunitensi di fascia medio-alta” ma invece di affrontare il tutto nella sua interezza adottiamo la strategia “Oceano Blu” secondo la quale, parafrasando la fonte : “il successo non dipende dalla concorrenza spietata né da costosi budget di marketing e R&S, ma da mosse strategiche brillanti, dalla qualità, originalità e dall’efficacia delle scelte adottate dall’impresa.”

Vediamo di analizzare meglio il mercato magari utilizzando nuovamente gli strumenti per la ricerca delle parole chiave messi a disposizione da google e anche l’offerta attualmente presente su alcuni dei portali principali statunitensi.
Ma invece di soffermarci sulle scarpe fatte a mano andiamo più nel dettaglio e vediamo cosa c’è o si può proporre riguardo a scarpe fatte a mano ma solo classiche e di pelle di Coccodrillo.

Da una breve ricerca condotta qualche tempo fa per un cliente si è trovato che online è disponibile un mercato per questo prodotto, composto da una modesta fascia di persone ma con due caratteristiche molto interessanti :

  • Gente esigente ma disposta a spendere somme interessanti
  • Chi cerca dall’estero è seriamente interessato al prodotto ed è un potenziale prospect quindi particolarmente propenso all’acquisto, in altre parole con tutta probabilità è un potenziale cliente molto interessato in ciò che cerca piuttosto che perdere semplicemente tempo surfando

Lavorando sulla specificità delle Scarpe di Coccodrillo fatte a mano ci accorgiamo anche che :

  • la scelta dei prodotti da proporre al cliente finale diminuisce di molto, seppure mantenendo una folta presenza di varianti, in modo da soddisfare il cliente.
  • siamo in grado autonomamente di inserire i prodotti nel nostro store ( seppur con un po’ di fatica )
  • possiamo gestire con facilità le spedizioni e gli eventuali cambi di prodotto grazie all’alta marginalità, il che ci permette di mantenere una clientela soddisfatta e fidelizzata diminuendo gli sforzi.

Questo vuol dire che tutte le altre scarpe non le venderemo mai ? No semplicemente che lavoriamo su questa specifica nicchia di mercato e, una volta consolidata, aggiungeremo una nuova nicchia di mercato attinente a questa (ad esempio non più solo scarpe classiche ma anche stivali) e quando anche quest’ultima sarà consolidata… beh avremo sufficienti risorse economiche da permetterci di assumere e quindi espandere notevolmente il nostro businee questa volta aggiungendo anche le ulteriori varianti.

Non siate troppo pignoli…

Quanto sto per dire ora apparentemente va in contrasto con quanto menzionato nella sezione pensare e soppesare la propria attività su web ma dovete coglierne il significato nella propria essenza a dispetto dell’apparenza.
Non siate esageratamente pignoli nella progettazione del vostro business, analizzate il tutto come detto antecedentemente, studiate, appassionatevi e cercate le criticità ma fin tanto da riuscire ad essere operativi, non operativi nella migliore maniera pensabile ed immaginabile e questo perché è tutto in divenire, le idee che avete oggi domani saranno diverse, quella che oggi vi sembra la soluzione migliore logisticamente, graficamente o operativamente domani o anche prima potrebbe risultare non ottimale e vi farà rimettere in giorno una o più delle vostre scelte.

Vi faccio un esempio, supponiamo che il business vi esploda letteralmente in mano e cominciate a vendere a più non posso prodotti tecnologici che comprate unicamente da un fornitore ed ogni giorno dovete fare 100 spedizioni, 90 in più di quante avevate previsto inizialmente.
I ragionamenti legati alla logistica non tornano più e la scelta di affittare un ampio magazzino, previsto ad un anno dal lancio dell’eShop, dovrà risolversi prima ma avete altre incombenze economiche e la cosa risulta difficoltosa.
Il fornitore a cui vi rivolgete si propone di farvi del drop-ship verso i vostri utenti finali, liberandovi dell’incombenza del magazzino. A questo punto giù una cosa e cambiata e la pianificazione e mutata, ne consegue che però, essendo il servizio più caro, siete costretti ad aumentare di qualcosa il prezzo della spedizione ma, per non scontentare i vostri attuali clienti con una “novità negativa” predisponete dei vaucher per un trasporto gratis ogni tot ordini : cambiamento di strategie.
Ma per trasmettere il tutto in maniera quanto più possibile indolore decidete di dare un aspetto più professionale al sito ed integrare una chat line che dia ancor maggior sicurezza (i cambiamenti negativi non vengono ben percepiti online) quindi terzo cambiamento di strategia e grafica.

Questo è un esempio banale ma è solo una volta online che l’esperienza comincia a maturare e da una piccola variazione possono scaturire molteplici scelte quindi : si bisogna pianificare, progettare e studiare ma anche essere molto flessibili.

INDEX

Leave a Reply

Your email address will not be published / Required fields are marked *